Monoteismo e Sessualità


Prima di tutto ricordo per chi non lo sapesse, che è dal monoteismo ebraico che nacquero cristianesimo e islamismo; queste ultime due infatti non sono altro che un suo prolungamento.
Molti credono che la sessualità sia diventata più emancipata solo in questi anni, credono questo più che altro perché sono indotti a pensare cosi, o più semplicemente perché ignorano la storia dell'umanità. Allora bisogna sapere che: prima del monoteismo ebraico la sessualità era molto libera, non esisteva nessuna forma di omofobia o di sessofobia in generale.
Al tempo del politeismo nell'antica Roma molti imperatori avevano oltre che la moglie anche un amante, ad esempio Giulio Cesare era apertamente bisessuale, come ben testimoniato da Cicerone che di lui dice:"il marito di tutte le mogli e la moglie di tutti i mariti". Mentre nell'antica Grecia abbiamo la famosa relazione amorosa tra Alessandro Magno ed Efestione, che era anche uno dei suoi più fedeli collaboratori e compagno di molte avventure e battaglie nell'esercito macedone. Anche in questo caso Alessandro aveva apertamente sia la moglie che l'amante. Possiamo dire che in quei tempi la bisessualità era quasi la norma. Ma non solo, anche il Ménage à trois era molto praticato, come testimonia questo dipinto:

Due uomini e una donna che si accoppiano. Pittura parietale pompeiana, da una delle Therms (bagni), parete sud degli spogliatoi - dipinta intorno al 79 a.C.

Fu solo dopo l'arrivo del monoteismo ebraico che si iniziò a perseguitare l'omosessualità, la bisessualità e la sessualità in generale, dicendo che il sesso era qualcosa di sporco e che l'unico atto sessuale che si poteva accettare era solo quello a scopo di procreazione; condannando con la morte e la tortura chiunque facesse sesso al solo scopo di provare piacere.
Rinforzarono la persecuzione dicendo che l'omosessualità e la bisessualità erano contronatura, mentre invece la natura ci dice tutto l'opposto, infatti negli ultimi quindici anni sono stati documentati comportamenti omosessuali e bisessuali in più di 1.500 specie, che vanno dal coito con un individuo dello stesso sesso fino a vere e proprie relazioni (anche monogame) tra lo stesso sesso, questo sia in cattività che in ambiente naturale. Questi comportamenti sono diffusi tra insetti, uccelli, mammiferi e soprattutto tra le scimmie antropomorfe. Ad esempio i Bonobo -scimmie antropomorfe con cui condividiamo il 96% del nostro patrimonio genetico-, sono tutti bisessuali.

Rapporto sessuale tra due femmine di bonobo

Comunque sia il monoteismo per condannare la sessualità portò i comandamenti scritti nella Bibbia, che però come ho scritto qui, quei comandamenti erano rivolti solo agli Israeliti, ma anche se fosse, Yahweh non era "Dio" ma solo un tiranno in carne ed ossa (leggi qui per approfondire).
In questo articolo ovviamente parlo solo di libertà sessuale tra persone adulte e sopratutto consenzienti, il sesso con minori o con persone non consenzienti è da condannare senza ma e senza se. Anche se può sembrare banale precisare questo, è sempre meglio farlo. Che dire in ultimo, questo articolo l'ho fatto per far capire alla gente come la sessualità fosse libera anche nel passato, e che fu il monoteismo ebraico a distruggere questa libertà.
Beppe Caselle